Grand Budapest Hotel e frolle montate

image

Infornare a casa una torta, faccenda di mezz’ora, non avra’ piu’ lo stesso significato, dopo aver visto quante chilate di impasto si possono produrre in un laboratorio attrezzato. Le teglie entrano ed escono dal grande forno ventilato che ruota: frollini, pan di spagna, plum cake appaiono e scompaiono davanti al vetro del portello. Le planetarie girano, il cioccolato cola, le creme si addensano. Preparo margarina vegetale e recupero fecola scaduta per fare esercizi con la sac à poche nel fine settimana. É un corso nato per imparare qualcosa e sfruttare un’occasione di prossimita’, ma il gioco puo’ anche farsi serio e allora tanto vale prenderlo sul serio. Dieci ore al giorno tra magazzini da tenere sotto controllo, sussidiarie rumene dalla produzione inceppata, mercati cinesi blindati, progetti che si svelano, nervosismi, pacche sulle spalle da dare e scansafatiche da riportare sulla via della cooperazione, e parrucche viola di carnevale indossate per ridere un po’ e ricordarsi che é meglio non perdere mai di vista quel che é davvero importante nella vita: viverla, senza tradire se stessi.

Il venerdi sera arriva, dopo essersi fatto aspettare a lungo, e con esso una cena tranquilla, la distensione dei muscoli e un lungo sonno senza sogni in cui si impastano ricordi e recriminazioni, finalmente. E tra la sera del venerdi e questa mattina di sabato, Grand Budapest Hotel in attesa delle statuette: era ora, un ottimo film, che fa sorridere e immaginare.

Buon fine settimana: io faro’ cose che mi rilassano, oltre alle prove con la sac à  poche. Ho da riordinare pezzetti di casa – riporto l’ordine fuori nella speranza che se ne faccia un po’ anche dentro di me -, da studiacchiare reazioni chimiche tra farina, uova, burro e zucchero, da leggere un Christopher Morley e da fare quattro passi.

Il tempo é brutto, ma sento odore di primavera in arrivo.

6 commenti to “Grand Budapest Hotel e frolle montate”

  1. Il film è bellissimo, l’idea di sfornare e “provare” dolci preparati con la sac-a-poche è deliziosa (oltre che ghiotta sul finale), i primi abbagli di primavera (anche se il tempo non è dei migliori) è confortante! Mi sembra sia tutto allegro, perfetto e invidiabile. Buona giornata

  2. VUOI VENIRE A PROVARE A LAVORARE QUI? LA FOGNA BLOCCATA E ODORE DI CACCA OVUNQUE NEL RISTORANTE E L’AUTISTA DELLA POMPA CHE DECIDE CHE OGGI E’ LUI IL MANAGER DELL’HOTEL E SE NE VA’ PERCHE’ C’E’ UN CLIENTE NEL RISTORANTE (CHE HA FINITO DA MEZZ’ORA IL PRANZO E CAZZEGGIA CON LA WIFI GRATIS), TUTTI I PREZZI DA CAMBIARE NEL SISTEMA PERCHE’ LA TITOLARE HA DECISO CHE SI COMINCIA OGGI (CON IL RISTORANTE PIENO DI GENTE CHE VUOLE ORDINARE IL PRANZO), LA COLLEGA CHE NON HA ANCORA CAPITO COME FUNZIONA IL CARICO/SCARICO DELLE BEVANDE E MI FA CASINO CON LE GIACENZE E LA GEMMA CHE MI URLA CHE IO NON DEVO TOCCARE IL SISTEMA………..AIUTOOOOOOO…..E VADO A DORMIRE OGNI SERA ALLE 3 DEL MATTINO PERCHE’ E’ L’UNICO MOMENTO IN CUI NESSUNO DI STRAPAZZA (NON LE UOVA) I TORRONI E POSSO FARE UN 1/5 DEL MIO LAVORO IN SANTA PACE ASCOLTANTO BEETHOWEN……MA PERCHE’ NON SONO NATA PIANTA O UN PEZZO DI MONTAGNA O NUVOLA?….O SOLO SCHIFOSAMENTE RICCA COSI’ DA NON DOVER LAVORARE? QUINDI AMORE MIO IMPASTA E SFOGATI…..SEGUENDO I DETTAMI DELLA FISICA QUANTISTICA IMPASTERO’ E MI DIVERTIRO’ CON TE A 8000 MIGLIA DI DISTANZA.
    BACIONI PASTRY CHEF

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: