Pendolare

Tra una settimana ricomincio una vita da pendolare. Il lato negativo del nuovo lavoro sarà la lontananza da dove vivo e da dove vorrei continuare a vivere. Mi sono abituata bene in questi sette anni e mezzo: dodici minuti per andare, dodici per tornare, abbastanza tempo per me.

Per quanto io possa decidere, in caso di mal tempo o di stanchezza o di permanenza in ufficio fino a ore indegne – cose che possono capitare – di fare base in luoghi molto più vicini alla nuova azienda senza particolari problemi, perchè ho ottime basi logistiche che nemmeno a Risiko,  sono molto più propensa a ire et redire spesso, per svariati motivi, tra cui, il principale, è che chiamo casa quella in cui adesso risiedo.

Conosco e ricordo tutti i contro di due ore di strada al giorno. Ai tempi le affrontavo come un male necessario e non mi pesavano, perchè mi piace guidare; adesso faccio un po’ più fatica a trovare il lato positivo. Mi rivolgo a voi, perciò, che magari vivete la stessa situazione e vi chiedo consiglio.

Che si può fare di costruttivo in due ore al giorno di guida, oltre che ascoltare musica? La radio non è una grande opzione: qui, ogni venti chilometri, si svolta di qua e di là e si perdono le frequenze.

Mi casa es mi coche, è il mio nuovo motto.

Advertisements

7 commenti to “Pendolare”

  1. coraggio!! vedrai che ce la farai!! Un consiglio, a me davano un piacere assurdo gli audiolibri

  2. se vale la legge della compensazione mi offro per lo scambio, allora. posso prendere io i 12 minuti andata e ritorno?
    offro anche come consiglio (e se vuoi, ssssst, non lo dire a nessuno, anche gli mp3 >> cancella questa parentesi! 😛 ) i corsi pimsleur per iniziare a imparare una lingua nuova (http://it.wikipedia.org/wiki/Sistema_d'apprendimento_linguistico_Pimsleur)
    arabo e francese in pronta consegna (se non ho perso la chiavetta…), l’altra è lo spagnolo ma dubito ti serva.

  3. Puoi provare con i podcast, per esempio.
    Ormai se ne possono scaricare parecchi.

  4. Io nelle ore di spostamento ricevo e faccio telefonate di lavoro. Anche di piacere poi, che non si riesce mai a sentire certi amici. E poi ci sono gli audiolibri e gli splendidi podcast di wikiradio.

    • Grazie a tutti! Credo iniziero’ con i podcast: ne ho un mucchio e non ho mai tempo per ascoltarli.
      Adp…sugli mp3 potremmo fare scambi:))) pimsleur anche é un’opzione…avevo seguito quello per il cinese (con poca resa)

  5. io telefono, auricolari fissi!, e poi mi hanno promesso i cd del corso di spagnolo (ma credo che tu lo parli già). ma sarai sempre sola “a pendolare”? perché se trovi compagnia per il viaggio… si dorme a turno!, una settimana guidi e una dormi, perché inizieranno le levatacce… 😦

    • Non lo so se sarà possibile fare car sharing, ne dubito, anche solo perchè penso che non avrò un orario fisso di fine lavoro…potrebbe esserci l’alternativa dei mezzi pubblici, che impiegano il doppio del tempo, ma permettono di fare altro. Leggere, per esempio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: