Tana libera tutti!

Fuori, fuori tutti che c’è il sole. E’ arrivato senza mezze misure, già caldo, a inondare di luce la valle tra le sponde delle montagne.

Scalda i miei semini ormai germogliati, i panni stesi all’aria, le ossa doloranti e le articolazioni infiammate. Svuota internet dai cybernauti, sfolla le poltrone e i divani dai malati di televisione, chiama a raccolta le motociclette che tornano a rombare, suggerisce magliette di cotone sotto alla felpa da lasciare aperta, fa dimenticare le giacche appese all’ingresso, porge rosse fragole dolci per terminare il pasto, apre le vetrate delle gelaterie, invita ad occupare le ciclabili e le panchine lungo il fiume, fischia il suo richiamo ai bambini, ai palloni, alle biciclette.

Fuori, fuori tutti, che lunedi è vicino e ci si dovrà di nuovo chiudere tra le mura degli uffici o delle fabbriche, tra le corsie degli ospedali, dietro i banconi dei negozi, di fronte alle lavagne di gesso o di pixel, sul trespolo dei sedili dei camion, in mezzo al traffico delle strade e delle nostre vite.

Esco fuori, tornerò all’imbrunire. Forse. Solo se all’aria della sera nessuno avrà ancora spiegato che qui è, finalmente, ufficialmente, indiscutibilmente cominciata la dolce stagione.

10 commenti to “Tana libera tutti!”

  1. Con un pò di ritardo ma alla fine è arrivata!!!!

    • E anche bene, direi: un tuffo diretto nel caldo e nella luce. Tra ieri e stamattina avrò visto in giro trecento ciclisti, quaranta motociclisti, un migliaio di persone a piedi e, cosa molto più importante, i leprotti in una riserva naturale così da vicino come non mi era mai capitato! (Da vivi, intendo…)

  2. ancora non sono arrivate le rondni a dirci che finalmente è primavera,
    ma queste belle giornate mi fanno venire alla mente una poesia di Natalino Balasso che si intitola appunto
    RONDINI e penso possa farti piacere leggere:

    Garrule volteggiano le rondini
    e abilmente acchiappano insetti volanti
    che prima ch’esse arrivassero
    avevano pensato:
    “che bello qui
    non c’è proprio nessuno
    a rompere i ……..!”

  3. doverosa precisazione:
    benvengano le mamme con bambini e biciclettine, altrettanto dicasi per magliette di cotone a mezze maniche.
    ma essendo io un insetto della poesia di cui sopra, non sopporto le scorribande dei motociclisti,
    gli stormi di ciclisti infilati in tutine ipertecnologiche su biciclette ancor più iper.
    io aspetto la calura estiva, dove il caldo impedisce ai motociclisti nelle loro tute di pelle nera, d’uscire sotto il sole, ed ai ciclisti nelle tutine dai colori iproponibili di scorazzare indisturbati. nessuno per le strade.
    solo noi vecchi insetti.

  4. ed io che pensavo di mettermi la splendida giacchetta da mezza stagione , invece…puf, di botto si passa alle maniche corte

  5. congratulazioni, sei in un club ristretto! questo non è un premio ma un riconoscimento per i miei blog preferiti. tu sei tra questi. da oggi sei ufficialmente Betty approved! (maggiori info qui:http://elisabettapendola.com/2013/04/15/intermezzo-melodrammatico/ )- ti conferisco il fiocco lo puoi appuntare dove ti pare (anche in bagno)😉 ce l’ha anche Imma di DolciAGoGo nella sidebar! : http://elisabettapendola.files.wordpress.com/2013/04/betty1_02.png?w=600

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: