Passi e passaggi, passato e futuro

C’è una foto appesa su una parete di un ufficio nell’azienda in cui lavoro.

Si vedono, ripresi di schiena, un adulto e un bambino che stanno camminando. L’adulto – si intuisce dal grigiore dei capelli e dalle pieghe della pelle del collo – si sta avvicinando alla vecchiaia. Indossa una maglietta e un paio di pantaloni nei toni del marron. Il bambino è piccolo, tre anni o giù di lì. E’ infilato in una salopette di jeans che gli sta larga, senza altro addosso, e dalle bretelle escono braccia minute e spalle abbronzate. Calza ai piedi nudi un paio di sandali simili a quelli dell’uomo che gli sta accanto.

La posa delle due persone è identica: procedono con le spalle leggermente curve, le mani intrecciate dietro la schiena, il passo coordinato, un piede avanti appoggiato al suolo e l’altro dietro piegato, sollevato a mezzo. Sono un nonno ed un nipote e la loro coordinazione non è casuale. E’ il bambino, mi raccontano, che è solito studiare i movimenti del nonno quando lo accompagna: lo affianca, ne copia la postura e intona il proprio passo sulle medesime cadenze.

Ci sono giorni in cui entro in quell’ufficio e guardo la foto sorridendo, perché è proprio una bella scena, buffa e tenera. Garantisce continuità, conferma ammirazione, sottintende complicità.

Poi ci sono giorni, come quello di ieri, in cui la stanchezza accumulata si fa sentire, in cui capitano cose che mi preoccupano, in cui sento la mancanza di ciò che avevo in modo più prepotente dell’evidenza di quello che ho.

Mi accade allora di entrare in quell’ufficio, guardare la foto, sentirmi d’improvviso un groppo in gola e pensare che la continuità, con me, ha subito un arresto e che, a ben guardare, tra tutte le cose che ho fatto e che continuo a fare, forse ne è mancata una molto, troppo, importante.

21 commenti to “Passi e passaggi, passato e futuro”

  1. Argomento assai delicato! Ma credo molte di noi ti possan capire…

  2. la continuità’ ha infiniti modi di perpetrarsi …. non è forse continuita’ un adulto che insegna ad n giovane qualcosa, qualsiasi cosa?non è continuita’ darsi una mano , sorreggersi , tra amici,vicini di casa, conoscenti ,sconosciuti? Facili certi tipi di continuita’, spontanei ,naturali …. più ostici ,complessi e onorevoli altri.Secondo me .

  3. dici? Chissà,forse non è così.La continuità si valuta in diversi modi.

  4. valuta però che pure quel bimbetto della foto crescendo avrà cambiato modo di atteggiarsi e che da grande, la sua andatura cambierà

  5. sottoscrivo zanzablog, argomento davvero, davvero delicato. sì, forse ci sono altri modi per pensare alla continuità, anche se forse non era questo il solo e principale punto di ciò che scrivi. per diamine se è comprensibile il groppo in gola. non conoscendoti, vista la tua riflessione e chiedendoti perdono per un commento inappropriato, vorrei semplicemente augurarti che a quel participio passato manchi solo un “finora”.

    • Se scrivo di un pensiero cosi’ e’ perche’ sono in attesa di commenti e punti di vista. Il finora potrebbe essere lecito ma non ancora per molto, le scelte potrebbero essere state gia’ compiute tempo fa e ancora riconfermate o firse sono solo rimpianti. Chissa’. Ieri pero’ e’ stata proprio una brutta giornata, di quelle in cui spuntano fuori tante cose e si mescolano tutte insieme in un calderone grigio e minaccioso. Poi evaporano…

  6. adesso io abbasserò il livello con il massimo della stima e del rispetto, perchè mi conosci e so che sai: quando io ci penso, mi faccio venire in mente la carmen russo e la gianna nannini. c’è un’infinità di tempo, un’infinità di modi, cara. un abbraccio. mai dire mai.

    • Perche’ abbassare? anzi. Onore e gloria alle due signore che hanno spostato e di molto le date di scadenza, anche le mie. Hanno tutto il mio appoggio e il mio rispetto. Come diceva Herr Frankenstin, SI PUO’ FARE.

      (Ma poi ce la fanno a correre dietro ai pargoli o a garantire loro che non rimarranno orfani prima della maggiore eta’?)

      • E’ vero che “si può fare”, ma… da figlia di genitori attempati mi ero ripromessa di avere figli in età più giovanile: troppa fatica ho visto che costava lo starmi dietro, soprattutto per la paura di non esserci più quando avessi avuto bisogno di loro. La mia vita, invece, ha preso altri percorsi e, come per tante altre come noi, ci sono giormi in cui fa davvero male. Ti abbraccio.

        • A te per il commento e per aver detto due cose molto importanti. E’ vero che le aspettative di vita si sono allungate ma non e’ vero che l’energia rimane la stessa o cala in modo piu’ graduale.

          A tal proposito: e’ impossibile che a 70 anni io abbia ancora non dico la voglia ma la forza per fare questo lavoro a questi ritmi e con lo stesso grado di passione…

  7. difficile commentare….io sono dall’altra parte e sono convinto che se c’è una cosa giusta che ho fatto è stata proprio quella…però non siamo tutti uguali

  8. Vorrei dirti molte cose ma è la prima volta che davanti a un post non so da dove cominciare. Sappi però che ti capisco.

    • Passoinindia, benvenuto e grazie. Si potrebbero dire tante cose, tutto e il contrario di tutto. Ci sono dei giorni un po’ così, quando si addensano in superficie tante sensazioni, tanti avvenimenti, tante decisioni e si affastellano e si mescolano in un calderone grigio e non ci può fare niente. Bisogna lasciarli sobbollire e sfogare, poi se ne vanno di nuovo a quietarsi sul fondo, in un limo caldo e conosciuto, lasciando di nuovo lo spazio all’acqua chiara.

      • Proprio così. E’ anche la prima volta che mi commuovo davanti a un post. … Bello quello che dici ma argomento davvero troppo delicato e troppo intimo. Non avrei saputo esprimerlo meglio di come hai fatto tu adesso. Sii determinata in quello che vuoi davvero. Ma spesso la cosa difficile è capire cosa si desidera di più. Soprattutto quando i desideri sono più di uno e le scelte non sono compatibili. Spero di ritrovarti presto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: