Borracha

Nelle ultime tre settimane ho trascorso piu’ tempo a Madrid che a casa mia. Il progetto e’ giunto alla scadenza, indietro non si torna. I primi giorni con il nuovo sistema gestionale sono i peggiori. Sembra che tutti si siano dimenticati di cosa devono fare. Sembra che lo schermo sia diventato un mostro orrendo da combattere.

Il flusso di informazioni e’ confuso, caotico, contraddittorio.

I documenti si perdono e si ritrovano per caso dopo ore e ore. Quelli su cui avevi riposto completa fiducia crollano mentre improvvisamente quelli da cui meno te lo aspettavi diventano i tuoi migliori alleati.

Sei stanca, fai mille cose contemporaneamente, ti interrompono in continuazione con domande nuove e domande vecchie a cui hai già’ risposto decine di volte. Impari anche tu cose nuove e le metabolizzi con velocità’ inaudite e ti dimentichi per strada altre informazioni che avrebbero dovuto essere scontate.

Tieni duro, resisti davanti alle proteste, fai piccole concessioni ben studiate e ancora resisti fino a quando sembra che, forse, stiamo scollinando. Stiamo passando dalla parte in cui il nuovo e’ meno nuovo e il disegno d’insieme comincia ad essere chiaro nella testa di alcuni.

Non ti fai molte illusioni: ci vorranno ancora giorni perché’ tutto ritorni ad uno stato di calma apparente.

Pero’ stasera e’ concesso staccare la spina, mangiare in compagnia ed innaffiare la cena sontuosa a base di pesce con vino favoloso e concluderla con una teoria di chupitos. Molti chupitos, fino a non saperli più’ contare, io che non bevo se non di rado, fino a terminare in risate allegre e senza senso che non i fermano più.

Sono ubriaca, ho la testa che gira e sto crollando addormentata. Domani ricomincio, per un altro giorno di guerriglia e resistenza, di successi e piccole conquiste, di delusioni ed elogi.

Stanotte e’ pausa alcolica. Hic!

Advertisements

15 commenti to “Borracha”

  1. Ogni tanto, non sempre naturalmente, un pò di svago ci vuole. Di regola, eh….
    Buon proseguo!

  2. Grande Rosy , bevi anche alla mia salute..

  3. …che se poi ai chupitos madrileni ci abbinassero, che so, ad esempio, uno di quei buoni rossi della rioja, o un cannonau nepente di oliena, per dire, anzichè un vino di quelli scialbi della meseta che hanno di solito i locali di madrid, quanto meglio sarebbe?

  4. Zanzana approva, questa parte della Spagna ti avrà sicuramente rafforzata 🙂

  5. tu sei una grande cara. chapeau. io se scrivo da sbronza faccio tanti di quegli errori di battitura che non posso. la classe non è acqua. poi riposati, però.

  6. ce la puoi fare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: