Viaggio intorno agli Etruschi. Giorno primo: Volterra e cantuccini

Il primo giorno vero di queste vacanze estive, dopo il sabato di viaggio, inizia a Volterra. Ieri c’era una notte bianca: la citta’ sussultava al ritmo dell’house music e io ringraziavo me stessa per non essermi dimenticata a casa i tappi.

Arrampicata su una collina e dotata di un panorama bellissimo tutt’intorno, questa mattina era inondata dal sole e rinfrescata da un venticello piacevole. Le panetterie erano aperte e i cantuccini freschi – tradizionali e a noci e fichi – percio’ acquistabili. Il tributo ai dolci tipici dei luoghi che visito lo considero un dovere.

Ho girovagato un paio d’ore su e giu’ per i vicoli della citta’ e ne ho trascorse un altro paio al Museo Guarnacci. Mi sono incantata davanti alla forma allungata dell’Ombra della sera ma ho fatto mille foto anche ai dettagli dei bassorilievi delle urne – abbiamo il diritto di violarle nel nome della conoscenza? – e delle terracotte.

Sto entrando nel clima di questa prima parte di vacanza dedicata agli etruschi anche attraverso le letture. Oggi e’ il turno di ” Il “mistero” della lingua etrusca” di Romolo Staccioli.

Insomma: sono ufficialmente in vacanza. Vedo bellezza, leggo e imparo, dormo.

Buona serata.

6 commenti to “Viaggio intorno agli Etruschi. Giorno primo: Volterra e cantuccini”

  1. Aspetto curiosa le altre tappe tuscaniche!

  2. Buona vacanza!

  3. fortunata…e perfino il bel tempo.
    NOn ti invidio per la notte bianca. Per questo io odio la musica

    • Nemmeno a me la musica piace!!!
      Ieri e’ stato il turno del liscio per un paio d’ore. Potrebbe andar peggio, potrebbe piovere!
      Oggi sara’ il turno di Populonia.
      Belle, le vacanze culturali!

      PS: grazie a chi passa da qui. Sono dotata di connessione a singhiozzo in questi giorni. Recuperero’ l’arretrato dei vostri post presto e ho pure visto nuove facce nei like. Sono curiosa…

  4. È incredibile. Avevo seriamente valutato la possibilità di andare a QUELLA notte bianca, solo perchè ci suonava il gruppo di mio nipote. Non l’ho fatto perchè ho ricevuto la visita di amici carissimi e abbiamo preferito una pizzeria di campagna. Ma pensa che eravamo così vicine!! Il 5 agosto sarà anche stato freschino su a Volterra (fa sempre fresco a Volterra) ma dov’ero io si crepava. Ricordo di aver passato il pomeriggio a sonnecchiare su una sdraio in giardino, sai con la bavetta alla bocca e il sudore che scorre a rivoli… una rovina umana.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: