Mezz’ora di luce

Le mie giornate sono state subito reinghiottite dai ritmi imposti dal mondo: lavoro, burocrazia, riunioni, corsi.

Cercando di domare gli attacchi a tradimento del sonno e la diminuzione drastica del tempo libero, sono arrivata, navigando tra i sospiri di rimpianto, ad un fine settimana che mi ha regalato calma, passeggiate, chiacchiere, sole ed una visita impulsiva ad una cattedrale a pianta circolare davanti alla quale passo almeno due volte al mese. Le chiese a pianta circolare mi incuriosiscono molto, probabilmente perchè sono rare e, per architettura, democratiche.

Erano vent’anni che non spingevo il portone per entrare: la visita precedente risaliva alla messa di inaugurazione del mio primo anno accademico all’università. L’ho trovata magnifica, immobile, suggestiva. Credo sia abbastanza incongruente volare dodici ore per trascorre due settimane dall’altro capo del mondo quando conosco poco di quel che mi circonda. Sono abituata a dare per scontata la bellezza che mi filtra attraverso gli occhi ogni giorno: il fascino di quella che mi è sconosciuta prevale quasi sempre.

E subito dopo è ricominciata un’altra settimana, piena di impegni diurni e serali, mentre le suggestioni e i pensieri del viaggio da poco terminato cominciano a sbiadire e a ritirarsi tranquilli in un angolo della memoria.

Oggi però, verso le 17.00, ho sollevato il naso dallo schermo del computer e ho notato – meraviglia – che c’era ancora la luce del giorno. L’ho vista calare, mangiata dal buio, trenta minuti dopo.

Presto diventerà più forte e si insinuerà nella sera. E mi sembrerà di avere più ore libere per me prima che torni la notte. Finalmente.

17 commenti to “Mezz’ora di luce”

  1. L’ho notata anche io la luce intorno alle 17.10 🙂
    Potrei avere delle novità, ti scriveró una mail non appena avró la situazione un po’ più chiara…ricordi che mi avevi scritto di tenerti aggiornata?! 🙂
    Buona serata,
    Angy

  2. Eh, sì, appena si allungano le giornate significa che è finito l’inverno… oddio, in questi giorni sono un po’ troppo nostalgica per i miei gusti (e il mio benessere), ma penso che sia molto bello stare in un posto dove c’è un inverno che può finire (qui a SF non ci sono, letteralmente, le stagioni).

  3. Qui alle 17 è già buio pesto. Però stiamo andando verso la luce, e dopo l’equinozio vi sorpasseremo…
    Forse per consolarci dell’oscurità, stanotte è prevista una serie di aurore boreali. Se non fossero meno dieci andrei nel bosco qui vicino, ma penso che invece le vedrò dal mio soggiorno, al caldo.

    • @Silvia. Lascia stare la nostalgia fino in primavera che non ti perdi niente. In questi giorni siamo tutti impegnati a fare rifornimento di benzina, a gestire i ritardi da blocco dei tir, a guardare lugubri immagini di navi incagliate e ascoltare demenziali registrazioni di conversazioni telefoniche. Siamo miserrimi.

      @arte: anche io ne voglio una, di aurora boreale, prima o poi (a meno dieci, una basta e avanza).

  4. Sì, l’ho notato anch’io proprio ieri pomeriggio.
    Meno male.
    La luce da vita e allegria….
    Buon mercoledì,
    Luciana

  5. Non vedo l’ora che l’inverno finisca… l’umidità e il freddo come ben sai fanno brutti scherzi alle nostre ginocchia… A proposito, come va?

  6. Eheh, quest’anno non vedo l’ora pure io che finisca l’inverno, son qua che quasi conto i secondi di luce in più ogni giorno: inizio ad essere stufa di uscire soltanto tra le 13 e le 15 per via che la pupa può fare la passeggiata solo nelle ore più “calde”: in giro è un mortorio assoluto!! 🙂

  7. Questo è un super post! Dare per scontato la bellezza che ci sta intorno… Niente di più vero, anche se con la corsa e la bici consumo gli occhi.

  8. ore 17,28 anche qui c’è ancora luce, il cielo è sereno ma fa un freddo boia… cronache meteorologiche verso la primavera

  9. Mi piace qui. Si parla di Luce, Notte, Aurore boreali…equinozi e soprattutto di Bellezza….

    Credo chiederò di fermarmi ogni volta che mi sarà possibile per respirare intelligenza e sensibilità snocciolate con semplicità

    mia figlia mi ha definito un giorno un “Illuminista Innamorato”….ma pensa te…..

    ( con il Sole arrabbiato come da quasi 10 anni non vedevamo, potremmo anche assistere ad aurore boreali da quaggiù….io sono lombardo. )

    Dalla Norvegia mi arrivano quotidianamente immagini e video davvero sognanti…

    (spero il link funzioni…)

    Ciao

    GB

  10. assolutamente vero! per questo ho imparato a girare per la mia città con la guida rossa touring in borsa!

    http://piccolacriticadarte.wordpress.com/2012/06/27/milano-e-caotica-grigia-sporca-triste-puzza-come-fai-a-viverci/

    mi piace il tuo blog, me lo segno!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: