Scelte comuni, lungo le vie dei libri

Sto rileggendo due libri, a pagine sparse: Persuasione di Jane Austen e Silenzi di Emily Dickinson. E me ne è venuto in mente  subito un terzo. Mi piace scoprire sentieri all’apparenza nascosti.

Gli uomini vanno al martirio

ovunque

deserto, cattedrale

Pubblica Piazza.

Lontana dall’ebbrezza dell’Azione

altro è il nostro destino

trascinare lunga una Vita

in una stanza oscura.

A.S.Byatt  Possessione (trad Galuzzi-Nadotti)

Annunci

6 commenti to “Scelte comuni, lungo le vie dei libri”

  1. Austen e Dickinson, così non si può sbagliare. Grande Byatt, ulteriormente nobilitata in italiano dalla traduzione della mia amica Anna (quella che mi ha “scoperta”), una traduttrice davvero eccezionale (e tradurre Byatt è un’impresa difficilissima).

  2. Ricordo durante un seminario, quando ci parlava della cura necessaria anche solo a tradurre le sfumature dei colori, in una scrittura così raffinata e vicina alle arti visive…

    • Leggere la Byatt mi fa venire in mente le bamboline matrioska: spesso una parola suggerisce altri significati e rimandi diversi da quello apparentemente evidente. Inoltre non solo la lingua ma anche il contenuto di romanzi e racconti e’ complesso. Sono sempre molto interessanti e coinvolgenti.

  3. Come vedi dal mio blog, amo leggere e sono una divoratrice di libri.
    Mi piacciono molto le due autrici che hai menzionato……
    Buongiorno e buon inizio di settimana,
    Luciana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: