Elogio del pisolino

 

“…Finché tirate le redini, spossati,

sul prato, in tempo per il tè,

siamo discesi dai destrieri stremati,

alle porte di Babilonia, tutti e tre.”

Che è grosso modo, quello che è mi successo oggi pomeriggio, una volta terminata la lista delle cose da fare. Tre ore di pisolino – forse chiamarlo pisolino a questo punto è riduttivo –  una doccia lenta, un’ora e mezza nella mia babilonia personale, la città dei libri, prima di cena, sprofondata in una sedia del terrazzo, con vista sui monti. Buon fine settimana a tutti.

(Last we drew rein – a weary three – / Upon the lawn, in time for tea, /And from our steeds alighted down/ Before the gates of Babylon.  R.L.Stevenson A child’s garden of verses – trad.Feltrinelli)

11 commenti to “Elogio del pisolino”

  1. Alla faccia del pisolino!qui si scrive si scrive si scrive..uff!

  2. Ah, il pisolo. Belli i giorni in cui ci riuscivo, in gioventù. Invero, pochi. A voler dormire di giorno, necessito di un’ora per addormentarmi e un’ora almeno per risvegliarmi. Non so se vale la pena. Adesso per esempio mi ero stesa sul prato, al sole, e mi stavo per appisolare, ma mi ha svegliata un calabrone che mi ronzava curioso tra i capelli. Forse è meglio così – mi sarei arrostita.

    • A me, purtroppo, bastano dieci minuti per sprofondare nel sonno e così indulgo…

    • ecco! anch’io ho questo maledetto problema. mi ci vuole tanto per addormentarmi e per svegliarmi. oddio, adesso che ho la piccola ho per forza di cose imparato a svegliarmi un po’ piu’ velocemente… fatto sta che non vado a dormire di pomeriggio che mi fa stare solo peggio. e si che a volte davvero servirebbe

  3. Beata te! Io non sono mai stata capace di pisolare, neanche da bambina. Al massimo di oziare stesa sul letto, ma non mi addormentavo. La disperazione dei miei insomma 😛
    In questo periodo poi, che ho tante idee, pensieri e cose da fare, al massimo mi rilasso leggendo un po’. Ma di stare ferma senza pensare non mi riesce, c’e’ sempre qualche simpatico pensiero che si insinua e inizio a ragionare “dunque, potremmo fare cosi’, e poi cola’, ah gia’ mi devo ricordare anche questo…”

  4. E che non vogliamo elogiare il pisolino… Io indirei anche un Oscar apposito!!!! Buona settimana a tutti.
    cla

  5. Pisolavo da più giovane regolarmente nei mesi estivi, e abbandonavo la pratica dall’inizio dell’autunno alla primavera (molto) inoltrata; poi le esigenze dell’esistenza mi hanno indotta ad abbandonare la sana abitudine, finché non l’ho riscoperta grazie ai periodi di coabitazione con un amico e collega sistematicamente anche se brevemente pisolante tutti i santi giorni che se lo può permettere: ma lui è del profondo sud, io invece sono soltanto di Roma, il che spiega il pisolo stagionalmente limitato originario.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: