Latitanza, Lion e Gesture Multitouch.

Mi sono presa una pausa da blog e web, negli ultimi giorni. Ho perfino spento il MacBookPro durante la notte, cosa che capita solo quando vado in vacanza. La settimana scorsa è stata talmente costellata da vicende personali spiacevoli che i miei ritmi consueti ne sono stati del tutto compromessi, eccezion fatta per le solite sedute di fisioterapia, durante le quali, ahimè, continuo ad arrampicarmi sui muri come un gatto scottato. Le fisioterapiste però mi riacciuffano sempre e mi ripiazzano senza pietà sul lettino.

Questa settimana ho cercato di ripristinare il solito tran tran, nel quale mi trovo al sicuro e inquadro la mia esistenza. Gesti immutabili di persona noiosa. Sono rimasti, ad increspare la superficie, ore nervose in ufficio (non è mai facile restare indenni quando si rimane ancorati alle ferie agostane anni cinquanta mentre clienti e filiali chiuderanno solo per ferragosto, forse)  e un sussulto di organizzazione di fughe, che ha portato ieri sera alla prenotazione impulsiva e esilarante delle vacanze invernali. E così, mentre si avvicina una domenica di cui ho programmato l’assoluta  inanità, e guai a chi rompe, questa mattina all’alba mi sono presa il tempo per installare Lion, l’ho lasciato fare le sue cose mentre ero in ufficio, e, dopo la tortura riabilitativa del pomeriggio e il successivo pisolino consolatorio, ho cominciato l’esplorazione delle Gestures mentre il ghiaccio si scioglieva sulla rotula.

Non uso il mouse da più di un anno: è stata una delle abitudini che se ne sono andate sotto l’impeto della pulizia minimalista. Io e il trackpad siamo già amici. Però questa storia che devo salire con le dita per scendere nella visualizzazione della pagina non mi convince. Mi sa che devo cercare alla svelta come si impostano le personalizzazioni.

Entusiasta dell’idea di impadronirmi dei balletti dei polpastrelli necessari ad entrare nella nuova era del multitouch, ho scaricato tutorial e tricks, per scoprire subito dopo che, oltre ai gesti ufficiali, ne esistono anche di non svelati dalla Apple ma già inventati dagli smanettoni e che includono tutta una serie di atteggiamenti di disperazione. Ve li lascio trovare da soli nel web. Mi viene l’ansia: se va bene, ne imparerò dieci e ne userò cinque, a fare bello. Vado ad immergermi nello studio della nuova creazione del signor Jobs. Buon venerdì sera.

Advertisements

One Comment to “Latitanza, Lion e Gesture Multitouch.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: