Pizza, pescecane, zanzare e viaggi sognati

Metti una sera a cena, in un bel giardino tranquillo la cui unica colpa è di essere troppo vicino al fiume. Metti che per arginare l’assalto dei plotoni di zanzare la padrona di casa tira fuori salviettine e candele e tutti profumiamo di citronella. Metti che la pizza è buona, il gelato pure e nessuno dei partecipanti è asciutto di parola, come si dice da queste parti. Di che cosa si parla, dopo i convenevoli e i “ciao, cosa-hai-fatto-dall’-ultima-volta-che-ti-ho-visto”?

Il primo spunto  lo ha gentilmente fornito Iago, labrador quattrenne, a cui la padrona ha appena fatto un regalo.  In quel di Gardaland ha ottenuto, la padrona intendo, con mezzucci discutibili e sottraendolo a due bambini che non avranno mai questo regalo, uno grosso squalo nero e arancio di peluche. Iago non ha gradito molto: prima ha abbaiato contro la povera bestia per cinque minuti, avvicinandosi, annusando e ritirandosi di scatto. Quando ha capito che lo squalo, dal suo territorio, non intendeva proprio schiodarsi ha deciso di passare alle maniere forti. Questi due fotogrammi sono solo l’inizio della querelle: le foto successive sono state censurate perché troppo violente. Bava e bambagia andavano da tutte le parti. Meno male che è intervenuta M., esperta di psicologia canina, a spiegare a Iago le teorie della dominanza. E’ finita che lo squalo è stato infilato nella cuccia con Iago: forse è l’inizio di una bella amicizia.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              

Il secondo argomento, tra una stupidata e l’altra, sono stati i viaggi. Che si fa tra settembre e la prossima estate, una volta tornati dalle ferie? Siamo molto progettuali, noi. A questo punto l’unica cosa che ci manca (non sottilizziamo, in questo stadio organizzativo i soldi sono un dettaglio e poi panini e treno e camere multiple, basta andare in giro) sono le ferie….Riassumo per L., che dice che siamo bravi a parlarne ma poi non si va mai – ma come, e la quercia dell’energia in Estonia cosa era?! –  così resta scritto:

– un weekend a Genova a vedere l’acquario e i carrugi (Iago resta a casa, dato che il pesce non gli piace);

– un weekend a Bologna che è a due tiri di schioppo ma nessuno la conosce bene;

– un ponte lungo della prossima primavera nei Paesi Baschi, che io ho su gli amici del cammino da andare a trovare;

– due settimane ad inizio anno in…Messico? India? Armenia? Questo è il viaggio “viaggio” però non riesco a star dietro alla mutevolezza delle proposte che evolvono di settimana in settimana. Tanto, una volta deciso, se mi unisco, io sono come una valigia: non rompo, mi imbosco per i fatti miei per musei, riemergo all’ora di cena; come non avermi, devono solo ricordarsi di imbarcarmi;

– tra tutto ciò dovremmo incastrare anche una settimana a New York e una a Gerusalemme, genitori al seguito.

Che bello fantasticare! Ho deciso che vado per gradi: cominciamo a vedere se la settimana di agosto in quel di Oxford la passo in stampelle o no e poi potremo mettere in moto la macchina organizzativa. E voi, che viaggi sognate per il prossimo anno?

23 commenti to “Pizza, pescecane, zanzare e viaggi sognati”

  1. Tanti, troppi come sempre. poi mi viene la frustrazione .Comunque facendola mia wishlist ti dirò che (ovviamente il dettaglio soldi è appunto un dettaglio) 1 New York 2 Argentina 3 Cammino di Santiago 4 Tornare a Cefalonia 5 Normandia in camper 6 Indonesia …. Mica male anche io ,no?!

  2. Oddio!!! Gli anni scorsi ti avrei scritto una serie di cose gia’ prenotate… ma quest’anno siamo un po’ indietro perfino con le fantasticherie perche’ non sappiamo davvero cosa ci potremo permettere e quindi preferisco non mettere troppa carne al fuoco (dei sogni) per non rimanerci male se poi non se ne fa nulla. Infatti dall’autunno ci saranno i lavori per terminare di costruire la casa di M. e avremo un mutuo da pagare (prima volta in vita mia), piu’ acquisti da fare tipo mobili. Altro dubbio e’ il lavoro di M. che vorrebbe cambiare. Insomma non abbiamo idea se e quanto potremo spendere per i viaggi ne’ se e quante ferie avra’ lui. Di cose sicure ci sono solo le mie ferie obbligate il 31 ottobre e il 9 dicembre, per cui due bei ponti lunghi, nonche’ quelle tra Natale e Epifania.

    Idee in ordine sparso: per i ponti autunnali si potrebbe andare in qualche capitale o citta’ europea che mi manchi ancora (le prime della lista sono Varsavia, Helsinki o Amburgo-Brema-Lubecca), oppure dove io sono gia’ stata ma M. no (tipo Budapest, Vienna, Barcellona, Madrid… e altre varie). Anche la Normandia ci attira, gia’ a marzo avevamo preparato un breve itinerario-assaggio, solo 4 giorni, si potrebbe sfruttare quello… Peccato che fine ottobre sia gia’ bruttina come stagione.
    A Natale a me piacerebbe tantotantotanto fare un viaggio oltre-oceano, in particolare in Peru’, ma mi sa che sara’ infattibile per la troppa incertezza fino all’ultimo (pare che l’Inca Trail sia da prenotare con molto anticipo). Alternativa forse piu’ economica e prenotabile fino all’ultimo: sud-est Asia (Vietnam oppure Laos+Cambogia). Altrimenti se dobbiamo risparmiare si pensava all’Andalusia solo 8-10 giorni, andando in moto… O restare in Italia magari dai miei in Veneto e girare la zona del nostro Nord-Est come abbiamo fatto a Natale-Capodanno 2009 sempre per mancanza di soldi. Insomma le opzioni sono tante e talmente diverse l’una dall’altra!

    Per la primavera prossima mi piacerebbe rivedere Stoccolma (vista solo d’inverno) e magari unirci un giretto della Svezia del sud. Mi mancano tanto le atmosfere nordiche! L’estate prossima se va come vorremmo, abbiamo gia’ “opzionato” l’Islanda…. Vedremo!!!

    Uhm mi sembra un programma ben confuso!!! :/

    • Sono i programmi migliori quelli confusi: brainstorming! Vedo che la Normandia piace a tutti…in effetti, è incantevole.

      I miei amici M&A, se ci leggono, potrebbero intervenire e fornire lumi sul Perù, dato che non se lo sono fatto mancare…. ragazzi, ci siete?

  3. ..solo Viaggi della Mente, quando ancora riesce a viaggiare….la mia triste realtà economica ha schiacciato ogni sogno, progetto, slancio…non restano neanche i tre euro per godere di una colazione al bar in questo periodo, vissuta ormai come lo era una volta la cena di pesce una volta al mese..
    ..se non fosse che la Mente non ha più la forza di Viaggiare…
    …appena parte con il suo trip e comincia a colorare ogni cosa di spiagge bianche e vento caldo, improvvisamente sale dal mare blu una fitta nebbia e il paesaggio si trasforma nel tema principale dei Pirati dei Caraibi ( il secondo o il terzo non ricordo)…Il Padre Eterno mi ha fatto dono di un posto meraviglioso ove abitare ( costa romagnola!)e come diceva Irene Grandi in una sua famosa canzone, noi popolo romagnolo siamo considerati “in vacanza da una vita”!
    Per cui l’unico viaggio di cui posso fregiarmi ora ( e per lungo tempo ancora credo…) è il godere di ciò che ho qui a portata di mano ( questo si chiama c…o!!!! chiedo scusa per il termine ma quando ce vò ce vò!).
    Peraltro invito tutti ad approfittarne..quest’anno il mare è limpido, i servizi non mancano e i prezzi sono stracciati….per cui se non sapete dove andare…ricordatevi che qui c’è tutto quel che serve per sognare un pò restando quasi a casa….un abbraccio!

  4. Uh ma che bello !!! Tutte con grandi sogni e più o meno al verde…direi che è il caso di dire: mal comune mezzo gaudio. Ragazze, io abito tra verona e il lago di garda…quì passato Settembre i costi si abbassano notevolmente, potete raggiungere la zona in macchina e ci sono una marea di cose da visitare !…Se vi dovesse interessare fatemelo sapere che vi dò qualche dritta !!!

    • Io sono interessatissima: vivo a due ore da Verona. Il Garda lo conosco poco. E ho tre mesi di stop da recuperare… ci risentiremo sicuramente!

      • Quando vuoi ! Vivo quì dal 98 per puro senso estetico (sono di Vicenza) … è una bellissima zona anche se io appartengo al mare. Quindi… bando alle ciance, stampelle o no si profila qualche giretto tra Verona, Valpolicella e lago…Se vuoi andiamo a cercare la tenuta che hanno comprato Brad Pitt e Angelina Jolie … sai mai che ci invitino per un bagno in piscina…..

  5. siiiiiiiiiiiiiii! Beh diciamo che non abito sulla spiaggia ( anche se andando avanti così non si sa mai..potrebbe essere una soluzione!!! 🙂 🙂 🙂 ) , però scappo al mare tutte le volte che posso ( a 10 km da casa )…una passeggiata sul molo ad osservare il moto perpetuo del mare a volte aiuta a comprendere che la staticità delle cose è solo apparenza…e in primavera quando ancora il vento rende “pollastrina” ( dicesi anche pelle d’oca ) la prima pelle scoperta, respirare a pieni polmoni e schiacciare il muso contro ii primi raggi di sole è una delle sensazioni più rivitalizzanti che conosca….in inverno respirare la nebbia sulla battigia ricoperta di relitti trasportati dall’ultima mareggiata ti consente di fantasticare su galeoni abbattuti dall’ultima tempesta perfetta…in estate piena, sciogliersi sotto il solleone, richiede pazienza e anni di esercizio, mi rendo conto, ma ti assicuro che con impegno e costanza si può riuscire a vivere giornate intere all’insegna dell’ozio ( grande arte che pochi conoscono e sanno esercitare ), l’autunno poi regala le giornate migliori, l’aria lentamente torna fresca, i colori si fanno più intensi, la luce all’imbrunire concede alla spiaggia di divenire fonte di dolce malinconia nel pensare che è ora di muoversi per prepararsi alla nuova trasformazione in arrivo…l’inverno…e il ciclo ricomincia….che dici? Niente male no?

  6. Hem…propongo caramelline alla menta e bottiglietta d’acqua per correre in aiuto all’ugola che dopo qualche ora di chiacchiera delle nostre sarà in fiamme…………..
    p.s. unarosaverde mi sà che non siamo distanti per cui anche il problema autista è risolto…….
    Ops, vuoi vedere che lo si fa davvero ?!?!?!?!?!??!

    • Signore, abbiate pietà di me…qui tra lavoro in accelerata prima della pausa estiva, fisioterapia, compiti di fisioterapia per la settimana e per il week end, lezioni di tedesco che ricominciano, deambulazione dolorosa e piagnistei di autocommiserazione si prospetta un luglio bollente! Non tentatemi così!
      Però, visto che l’idea è bellissima, can I have a rain check, come dicono gli americani, magari a settembre?

  7. Nell’ordine: Lourdes, Fatima, sosta alla tomba di Lazzaro sperando di sentirmi dire ” alzati e cammina” !

  8. Io invece brancolo nel buio più totale :-S

  9. A chi riesce ad andare fino in Perù suggerisco, se il budget lo consente, 3/4 giorni di Galapagos. Sono (per me ormai erano) un angolo di paradiso indimenticabile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: